Una rinnovata esperienza di autonomia e mobilità aerea

Proseguendo nelle esperienze di autonomia e libertà delle persone con ASD, anche quest’anno il signor Nicola ha sperimentato  un volo  da Olbia a Fiumicino, da solo.

A differenza dell’esperienza precedente, questa volta è emerso il problema di dover portare con sè una valigia da imbarcare in stiva, con conseguente recupero della stessa una volta sbarcati a destinazione.

Infatti, una volta in aeroporto, non era semplice recarsi al ritiro bagagli, prelevare al propria valigia , e quindi recarsi all’uscita.

Un ulteriore difficoltà si è presentato perchè, il giorno previsto per il volo, non era stato possibile individuare la specifica persona di riferimento tra gli assistenti di volo, che potesse affiancare Nicola in caso di necessità, e quindi non si è potuto effettuare la formazione preliminare, come la volta precedente.

Per ovviare a queste due problematicità, si sono ideate le seguenti azioni:

  1. Stilare una specie di manuale d’uso pedi Nicola, da condividere prima della partenza con la specifica figura dell’assistente di volo, e che la stessa avrebbe consegnato agli operatori aeroportuali di destinazione (servizio PRM);
  2. Etichettare in maniera visuale” la valigia di Nicola, con il suo nome e una sua foto, in maniera che lui stesso potesse individuarla e  recuperarla;
  3. Per tutti i passaggi e le sequenze di azioni, dotare Nicola di una taccuino con una task-list da spuntare mano mano che si svolgevano gli eventi.

Grazie a questa programmazione preliminare, alla attenzione e sensibilità del personale dei due aeroporti, di Air Italy ( ex-Meridiana) e dell’ENAC,  un altro passo avanti  per favorire una concreta autonomia è stato raggiunto.

Documenti collegati :

Galleria :

2018-09-22T17:59:43+00:00luglio 22nd, 2018|Attività, Attività in Evidenza, ENAC|